985 Visualizzazioni

La storia di Re Artù…

Quella di Artù è, come quella di molti altri ospiti del nostro Rifugio, una storia di abbandono.
Adottato in tenera età da dei privati, è stato lasciato in Rifugio a poco più di 7 mesi perché considerato troppo grande per vivere in appartamento. I mesi passano, e quella piccola palla di pelo rossa cresce, vedendo andare e venire tanti dei suoi compagni di avventura. Essendo un cagnolino super sensibile ha sempre sofferto molto la reclusione e, man mano che il tempo passava, il suo carattere peggiorava sempre più, rendendo la convivenza con gli altri maschi del Rifugio impossibile. Per questo iniziò a passare sempre meno tempo libero, facendosi la nomea di cane mordace. Ma nel suo cuore cercava solo qualcuno che percepisse l’infinita tristezza che gli dava la solitudine. La speranza gli venne ridata con una seconda adozione… tutti speravamo che fosse la volta buona, perché la sua sofferenza nel box era palese; ma purtroppo anche questa volta la fortuna gli voltò le spalle e, dopo poco, ritornò in Rifugio amareggiato ed incredulo, e lì restò… Fino a quando, dopo quasi un anno, quella porta si è riaperta e Artù ha finalmente trovato la sua vera Famiglia. Ora vive sereno e spensierato con la sua nuova sorellina a 4 zampe e con una famiglia che lo ama alla follia!! Ora sei felice…
Un bacio Artù…